5 film con tubature

5 film in cui le tubature fanno la differenza!

Credits: harrypotter.fandom.com

Può sembrare insolito pensarlo, ma le tubature sono un’ambientazione di un certo spessore nella cultura pop: lo abbiamo già visto con Super Mario, l’idraulico più famoso del mondo che, tra un tubo e l’altro, deve vedersela anche con tartarughe antipatiche e piante piranha. Il fascino di tubature, fogne e canali assortiti però non finisce qui: in diverse pellicole sono la location perfetta per raccontare storie d’azione, spesso con una buona dose di horror. Se pensate che le tubature siano prive di un proprio fascino, saranno sufficienti questi cinque film per farvi ricredere:

  • Tartarughe Ninja, 2014 (regia di Jonathan Liebesman)
    Probabilmente la maggior parte di noi ha in mente il cartone animato degli anni Novanta, ma il famoso franchise delle Tartarughe Ninja cominciò negli anni Ottanta con un fumetto indipendente degli americani Kevin Eastman e Peter Laird. Dal 1984, anno di pubblicazione del primo albo, Donatello, Raffaello, Leonardo e Michelangelo ne hanno fatta di strada e, tra serie animate e film live-action, le loro avventure hanno avuto un reboot nel 2014 (a cui è seguito nel 2016 Tartarughe Ninja. Fuori dall’ombra). La storia la conosciamo tutti: dopo un incidente, un misterioso liquido radioattivo raggiunge le fogne di New York e contamina quattro tartarughe, che lentamente acquisiscono sembianze antropomorfe. Le quattro tartarughe saranno seguite e allenate da Splinter, un topo mutante esperto di arti marziali, e diventeranno giustizieri della città ostacolando i piani del supercriminale Shredder. Nel film del 2014 ci sono alcune differenze, ma le quattro Tartarughe Ninja mantengono il loro quartier generale nelle fogne, rendendole quasi un luogo confortevole!
tartarughe ninja
Credits: mymovies.it
  • Giù per il tubo, 2006 (regia di David Bowers e Sam Fell)
    Non poteva mancare in questa lista un film d’animazione con protagonisti dei topi! Giù per il tubo è un cartone animato per tutta la famiglia, con protagonista Sir Roderick St. James (detto Roddy), un topino abituato alla vita agiata dei suoi padroni umani. Una notte però dallo scarico del lavandino esce Sid che, al contrario di Roddy, è un topo di fogna dai modi grossolani. Roddy cerca con l’inganno di ricacciarlo nelle fogne da cui proviene, ma finisce per cadere nel gabinetto e abbandonare gli agi a cui è abituato… Scoprirà che nelle fogne esiste una vera e propria città di topi, Ratropolis, che è intenzionato ad abbandonare il prima possibile per ritornare a casa.
giù per il tubo tubature
Credits: mymovies.it
  • Harry Potter e la Camera dei Segreti, 2002 (regia di Chris Columbus)
    “Non ci sarà bambino nel nostro mondo che non conoscerà il suo nome”, ed è proprio così: pochi altri romanzi hanno avuto un successo paragonabile ad Harry Potter, in questo secolo, e dalla saga continuano ancora oggi ad essere tratte pellicole ambientate nel Mondi dei Maghi descritto da J.K. Rowling. Ad interessarci è soprattutto Harry Potter e la Camera dei Segreti, secondo film della saga, in cui un pericoloso mostro si aggira per la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts attraverso le sue tubature: si tratta del Basilisco, un serpente gigante con il potere di pietrificare chiunque lo guardi negli occhi. Un film a cui è meglio non pensare, se cominciamo a sentire anche noi strani rumori provenire dai tubi di casa nostra…
harry potter
Credits: houssymovies.wordpress.com
  • IT – Capitolo 1, 2017, e IT – Capitolo 2, 2019 (regia di Andy Muschietti)
    IT è probabilmente il romanzo più famoso di Stephen King e dal 1986 continua a terrorizzare lettori di tutto il mondo attraverso il suo misterioso antagonista: Pennywise il Pagliaccio Ballerino, confermando che spesso quello che dovrebbe divertirci in realtà può essere davvero spaventoso. La storia del romanzo e dei due recenti film comincia con la prima vittima, Georgie, un bambino che esce di casa da solo per giocare con la sua barchetta di carta. Pennywise attira il bambino mostrandosi da uno scarico fognario, per poi ucciderlo brutalmente… Mai fidarsi degli sconosciuti, specialmente se vengono dalle fogne! (a meno che non siano le Tartarughe Ninja)
it
Credits: panicposters.com
  • Alligator, 1980 (regia di Lewis Teauge)
    Questo film horror degli anni Ottanta prende ispirazione dalla famosa leggenda metropolitana che vede gli alligatori abitare le fogne delle città metropolitane d’America, un bel “problema idraulico” di cui abbiamo già parlato. Alligator racconta di una bambina, Marisa, che acquista senza il permesso dei genitori un cucciolo di alligatore. Quando lo scopre, il padre butta l’animale nel wc e se ne sbarazza tirando lo sciacquone. La storia, però, non si conclude qui: anni dopo, la città è sconvolta da misteriose sparizioni nei pressi delle condutture fognarie, facendo pensare che un enorme animale abbia cominciato a cibarsi di esseri umani… Il caso viene affidato allo scettico David Madison, che verrà aiutato proprio da un’adulta Marisa (divenuta nel frattempo zoologa). Questo film di sicuro insegna una cosa: mai gettare materiali (e animali!) diversi dalla carta igienica nello scarico del wc!
alligator
Credits: imdb.com

Per fortuna nella vita reale non avremo mai a che fare con mostri mutaforma, serpenti giganti e coccodrilli assassini, ma le tubature possono avere altri pericoli che, anche se non attentano alla nostra vita, potrebbero comunque regalarci un bel po’ di grattacapi: a nessuno piace avere il wc intasato, le tubature in cattivo stato o le canalizzazioni ostruite. Cerchiamo quindi di seguire delle buone abitudini quotidiane (non buttare residui di cibo nello scarico del lavello, non gettare nel wc oggetti che dovrebbero andare nel cestino, ecc…) e, se non sono sufficienti, di richiedere una manutenzione periodica delle canalizzazioni: in questo modo le nostre tubature saranno al sicuro da detriti, sporcizia e deterioramento. Chiamaci al +41 91 880 90 00 o scrivici a [email protected] per evitare di diventare anche tu il protagonista di un film horror!

Similar Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.