otturazione dei tubi

Otturazione dei tubi: chi chiamare e come risolverla

Nel corso della sua vita lavorativa, un idraulico deve avere a che fare con guasti di ogni tipo: ai tubi, alle fognature, al lavandino, al wc, agli scarichi… E, buona parte delle volte, la causa del danno è un’otturazione.

Nell’impianto idraulico si ha un’otturazione quando il naturale flusso dell’acqua all’interno di un tubo o di una canalizzazione viene bloccato, portando ad ulteriori danni. Questa può essere causata dall’accumulo di residui di cibo, calcare, materiali che non avremmo dovuto gettare nel gabinetto o nel lavandino e altri elementi estranei, organici e non.

L’otturazione viene risolta attraverso una disotturazione o un lavaggio idropulsato delle tubature, eseguite da un idraulico professionista, che permettono di sbloccare e ripulire la tubatura. Queste operazioni possono far parte di una manutenzione ordinaria e periodica, oppure essere la soluzione ad un problema urgente.

I casi più comuni di otturazione dei tubi (e non solo)

In automatico colleghiamo la parola “otturazione” al lavandino, allo scarico della cucina e al wc, ma in realtà può interessare l’impianto idraulico a diversi livelli e gravità. Partendo comunque dalle situazioni più comuni della nostra quotidianità, a subire un’otturazione potrebbe essere:

  • il lavandino del bagno, i cui nemici principali sono il calcare, l’accumulo di sapone e i capelli. Spesso interventi fai da te non sono sufficienti per liberare il lavandino, specialmente quando la causa del danno è nelle tubazioni. Diffida di prodotti chimici e rimedi della nonna: una disottuazione professionale è sempre la scelta migliore (oltre che la più efficace)!
  • il WC, in presenza di materia che ostacola lo scarico dell’acqua. Disostruire un WC è più complesso di un lavandino, per questo è consigliato fin da subito rivolgersi ad un professionista.
  • lo scarico della cucina, spesso ostruito da residui di cibo. Anche in questo caso diffida dei “rimedi semplici e miracolosi”!
  • le canalizzazioni (che comprendono canali pluviali, condutture di filtrazione e impianti di scarico delle acque), al cui interno possono accumularsi sedimenti di vario tipo che possono cagionare otturazioni.
  • le fognature e i pozzi neri, ai quali si associano subito cattivi odori e situazioni di disagio in caso di intasamenti. Solamente una pulizia professionale e uno svuotamento periodico possono risolvere la problematica.
otturazione delle canalizzazioni

I rischi dovuti ad un’otturazione dei tubi

A tutti noi capita, almeno una volta nella vita, di trovarci davanti ad un’otturazione. Qualcuno potrebbe tentare qualche soluzione fai da te, ma il meglio che potrebbe capitare è che non succeda niente (ne abbiamo parlato approfonditamente in questo blog dedicato ai lavandini otturati): infatti si corre il rischio di danneggiare per errore le tubature o di smuovere l’otturazione a valle, complicando nuovamente la risoluzione della problematica.

Una disotturazione professionale richiedere ben più di un semplice sturalavandini: per questo è necessario chiamare un team di tecnici esperti che sappia valutare la gravità del danno e agire di conseguenza grazie all’ausilio di macchinari specifici.

Non appena ti accorgi di avere un problema di otturazione, richiedi un intervento: infatti, con il passare del tempo, i danni possono solo aumentare!

La mancata risoluzione di un’otturazione dei tubi e delle canalizzazioni può portare a:

  • rottura delle tubazioni;
  • perdite d’acqua e conseguenti allagamenti;
  • formazione di macchie di umidità e di muffa in prossimità di un pluviale o di uno scarico;
  • cattivi odori, in casa e/o in giardino;

Ma chi si occupa della disotturazione dei tubi e della pulizia delle canalizzazioni?

Se l’otturazione riguarda il lavandino, il WC, lo scarico della cucina o altri componenti simili, l’idraulico è la figura di riferimento da chiamare. Se invece si sta parlando di intasamenti alle canalizzazioni e alle fognature, hai bisogno di un tecnico della canalizzazione che sappia comprendere l’entità del danno e che abbia l’attrezzatura necessaria per procedere con la pulizia. Uno dei metodi di indagine più efficaci utilizzati dai tecnici è quello della videoispezione, grazie alla quale è possibile individuare non solo gli ingorghi ma anche eventuali perdite d’acqua, punti di rottura e giunti disconnessi.

tecnico della canalizzazione

Quando eseguire la manutenzione delle canalizzazioni?

Al fine di evitare un’otturazione dei tubi e delle canalizzazioni, l’Associazione Svizzera dei Professionisti della Protezione delle Acque (SVA) consiglia di effettuare la manutenzione secondo questi intervalli:

  • Manutenzione ogni 1-3 anni di:
    • condutture di filtrazione;
    • canalizzazioni di acqua piovana, di scarico e mista;
    • scarichi di acqua da tetto e terrazze;
    • scarichi da lavanderia e da pavimento;
    • collettori di fanghi e cortilizi;
    • pozzetti con pompa o pompe di scarico;
    • impianti di scarico delle acque in parcheggi e garage sotterranei.
  • Manutenzione ogni 10-20 anni di:
    • condotte di caduta;
    • scarichi di cucina, bagno e WC.

SOS canalizzazioni otturate?

Ticino Allagamenti, avvalendosi delle ultime tecnologie a disposizione e di un’esperienza trentennale, propone un servizio di manutenzione ordinaria delle canalizzazioni, ma anche di un pronto intervento 24 ore su 24.

Le tue canalizzazioni non possono più aspettare? Chiamaci ora o, se preferisci, scrivici una mail!

Similar Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.