muffa sui muri

Umani vs muffa sui muri: come avere la meglio?

Gli esseri umani lottano da tempi immemori contro la muffa, probabilmente da quando cominciarono a costruire le prime abitazioni stanziali. Spesso verde, a volte bianca, altre volte nera, la muffa si presenta anche in luoghi della casa che non ci aspetteremmo e il nostro primo pensiero è quello di sbarazzarcene subito, non solo perché è antiestetica ma anche perché è la prova visibile di un ambiente malsano.

Abbiamo molto spesso a che farci (purtroppo), ma esattamente che cos’è la muffa? La muffa è, essenzialmente, un fungo, e in natura svolge un ruolo fondamentale nella decomposizione di materiale organico morto. Certo, ritrovarsela in casa è un altro discorso! Sapere questo però non ci aiuta a capire come mai si forma la muffa sui muri delle nostre case, magari vicino agli infissi, oppure in altre zone che non sospettavamo che fossero a rischio di formazione muffa.

muffa in casa

Come si crea la muffa e dove si forma di solito?

È risaputo che tra muffa e umidità esiste un legame indissolubile, ma per quale motivo? È presto detto: la muffa si forma quando delle spore, invisibili ad occhi nudo, vengono trasportate dall’aria e si depositano infine su una superficie. Solo con un certo tasso di umidità e alla giusta temperatura le spore germinano e prolificano, fino a generare quelle macchie spugnose che odiamo tanto. Per i più curiosi: in questo blog identifichiamo due tipi di muffa, in base a cosa provoca la loro formazione.

Abbiamo più probabilità di trovare muffa sui muri e sul soffitto degli ambienti chiusi e bui, come le cantine, o di locali che non hanno un’aerazione adeguata, come il bagno o anche la cucina. Sono più isolati i casi di muffa in camera da letto, ma a volte può accadere anche questo, specialmente quando il locale non è ben ventilato.

Inoltre è possibile notare che la muffa preferisce formarsi vicino alle finestre: questo avviene perché il contatto tra aria calda e aria fredda in prossimità degli infissi crea una condensa che, nel tempo, può facilitare il manifestarsi della muffa.

muffa vicino alle finestre

Certo, la muffa non è bella da vedere, ma non è questo il motivo principale che dovrebbe spingerci a prestare attenzione all’umidità delle nostre stanze. Infatti è da tenere presente che la muffa può essere pericolosa per la nostra salute, soprattutto in quella dei bambini e in persone con basse difese immunitarie.

Come la muffa può danneggiare la nostra salute?

Di per sé le spore rilasciate dalla muffa non sono nocive per gli esseri umani, ma le ife che nascono da quelle stesse spore possono invece portare a dei problemi. Le ife (“ifa” al singolare), detto in modo semplice, sono le strutture-base che compongono il “corpo” della muffa e possono avere un impatto sulla nostra salute. Se vengono inalate delle spore, si corre il rischio che le ife aderiscano alle cellule dell’apparato respiratorio, causando infiammazioni e altri problemi ai polmoni, provocando anche asma. Oltre all’apparato respiratorio, la muffa può colpire altre parti del corpo, come la pelle (procurando dermatiti o eczemi), il naso e anche gli occhi.

Ma la muffa è da temere anche per altri motivi. Infatti, se lasciata proliferare, è capace di insediarsi dalla superficie dei muri fino in profondità, intaccando l’edificio nella sua struttura, oltre che danneggiare la pittura e l’intonaco. Insomma, può causare problematiche sia a noi che alla nostra abitazione e, per quanto frequente, non va assolutamente sottovalutata: meglio non procrastinare la sua eliminazione!

Esistono in commercio numerosi prodotti che affermano di riuscire a togliere la muffa sui muri e sulle altre zone della nostra casa. Questi però rischiano non solo di essere inefficaci, ma anche di non essere una soluzione permanente. In questi casi l’alternativa migliore è quella di chiamare un tecnico della deumidificazione che non solo sarà in grado di togliere la muffa, ma saprà individuarne la causa e capire come fare affinché non si riformi più. In seguito si può attuare una serie di buone pratiche che impediranno alla muffa di proliferare di nuovo, accorgimenti che sono alla base della prevenzione.

Come prevenire la formazione della muffa sui muri?

Una prima domanda da porsi è: dove mi aspetterei di trovare della muffa, in questa casa? I locali a cui dobbiamo prestare più attenzione sono certamente il bagno e la cucina, senza tuttavia tralasciare anche le altre stanze dell’abitazione. Tutto dipende da come sono esposti i diversi spazi: un consiglio è quello di dare uno sguardo in più a quei locali che sono esposti a nord-ovest, che sono verosimilmente più freddi. Altri consigli validi sono:

  • ricordarsi di aerare la casa
  • isolare le pareti con un cappotto termico
  • imbiancare le pareti usando idropitture traspiranti
  • se la muffa si è formata a causa di una perdita d’acqua, chiamare un tecnico che ripari il danno e asciugare l’area

SOS muffa sui muri? Chiama un valido tecnico della deumidificazione!

Non aspettare che la muffa prenda il sopravvento! Intervieni tempestivamente e contatta i nostri tecnici: ti aiuteranno a dire addio per sempre alla muffa.

Similar Posts

Leave a Reply

Your email address will not be published.